Papagnol u m’ninn s scioc

6fd9e0ab50acecd46f8ebb27483ca3f2.jpg

Benvenuto Stefano 

Auguri Stefania 

Auguri Ruggiero

 

E’ nat 

 U sind u cor m’bitt accom fousc?

U veit stu sorreis ca nan s’strousc?

M’ van da chieng e m’ van da reit,

iosc è vist nesc a veit .

Madonn ma, c’ emozion, trm’lasc jind,

stù figghij m’guerd e nan esist chiù nind.

Avv’cein u discit e mu streng ca manein,

ccsì accummenz nu s’ntment senza fein.

                                       

                                            Francesco 

Papagnol u m’ninn s sciocultima modifica: 2007-12-20T17:45:00+01:00da papagnolo
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “Papagnol u m’ninn s scioc

  1. Ruggiero questi versi li ho scritti il 5 gennaio 2001 quando è nato il mio primogenito Luca. Le stesse sensazioni le abbiamo provate 4 anni dopo quando è nata Alessia. Hai perfettamente ragione quando dici che nella vita ci sono dei momenti che non scorderemo mai. Porgo a te e a Stefania il benvenuto nel club dei genitori, vi aspettano momenti impegnativi ma anche tantissime gioie. Auguri ancora e buona vita Stefano.

Lascia un commento