UN SORRISO per LUIGI ù Frangiàs…

Buongiorno a tutti

PAPAGNOL per il sociale lancia la campagna: UN SORRISO PER LUIGI U FRANGIAS

L’iniziativa consiste nel regalare un sorriso a LUIGI, costretto in Francia lontano da BARLETTA a passare le festività della MACOLATA…….. in tristezza, senza poter assaporare le amate frìttile…..

LUIGI chiama, PAPAGNOL e i suoi amici rispondono:

Nè, Auènd mbà Luì!:

LE FRITTELLE della MACOLATA (dette anche Pèttole pugliesi)
INGREDIENTI

  • 1 kg di farina
  • 400 g di patate lesse
  • 1 lievito di birra
  • sale

PREPARAZIONE

Si versa la farina in una ciotola molto capiente, e si unisce la patata precedentemante lessata, sbucciata e passata, un pizzico di sale marino fino e il lievito di birra sciolto in un bicchiere di acqua tiepida. Si impasta il tutto aggiungendo poco per volta l’acqua necessaria ad ottenere una pastella molto morbida. Si lascia quindi lievitare la pasta per un’ora ponendo la ciotola in un luogo caldo e non ventilato. Successivamente si riscalda l’olio che servirà per friggere le pettole. Con l’aiuto di un cucchiaio, si prende una manciata di pasta dalla ciotola formando una pallottola, e la si getta nell’olio ben caldo: le Frìttile si dovranno gonfiare immediatamente e dovranno friggere per pochi secondi, giusto il tempo di dorarsi, girandole sia da un lato che dall’altro. Si lasciano quindi asciugare su carta assorbente prima di servirle ancora molto calde e di frecarsele dalla testa dei malati di tigna….. (da ngàp ‘è tgnòus)

3c39bff8f8cd2f9542e7acef5012c933.jpg

2a1d45db847aa31265272a701624a842.jpg

10d8d301171f4bbc72e5d905f05cdd49.jpg

 

ovviamente si accetta ogni suggerimento………

Papagnol

UN SORRISO per LUIGI ù Frangiàs…ultima modifica: 2007-12-06T07:50:00+01:00da papagnolo
Reposta per primo quest’articolo

62 pensieri su “UN SORRISO per LUIGI ù Frangiàs…

  1. ne ho già commissionate un centinaio vuote a mia madre….x la bambina che è amante, poi dopo passiamo a trovare l’altra nonna x fare il quadro comparativo….sempre x gloria, non riesce proprio ad aspettare quella, impossibile non scaldarsi la lingua pur di mangiarle appena fritte con olio ns.

  2. Che Dirvi!!!

    grazie mille…

    io provero per la prima volta a farle con le mie mani, visto che per la prima volta non mangero’ quelle di mia madre;
    L’anno scorso sono riuscito a farla venire a milano a farle.. cuss ienn nind da fe!!!!

    Mo che le faccio vi dico come sono venute.
    cmq.. ok per le frittile (alliv cudd pettole) vuote.. ma secondo me la classifica e’:
    – mozzarella / pomodoro
    – provolone (per i buongustai magari un po di pancetta)
    – tonno
    – verdetto (ricotta-uova-prezzemolo)
    – ricotta scquanda (a ma m fenn sckeif.. ma i gusti sono gusti)

  3. domani provo anche io…
    già sento le gastime di donnaStefania, che a casa nostra è proibito friggere (visto che abbiamo una splendida sala con cucina a vista…)
    Sèin Luì, in realtà dovevo rendere omaggio alle pèttole visto che la ricetta l’ho trovata su Wikipedia con il nome pettole…

  4. a casa mia nell’elenco in classifica seguono pure le frittelle ripiene con baccalà e pesl'(uva sultanina) che io non mangio perchè il tempo che escono quelle,che sono le ultime perchè il baccalà finisce di impuzzolire l’olio, io sto già abbottata di vuote e ripiene con mozzarella, pomodoro e capperi…………barletta arrivoooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo
    un bacio a tutti.

  5. ciao Luì, ma che piacere ritrovarsi tutti su papagnol! Tu, Iginia, Manu, io.
    Vabbè, sai che ti dico? …che io domani faccio le frittelle con verdetto, proprio come quelle che piacevano a zio Benito.
    Vieni???????? fammelo sapere che aumento la dose.
    Male che vada a Natale, come dice Iginia, ci facciamo quelle di zia Mariangela che rimangono insuperabili.

    PS: Luigi ù frangiàs è bellissimo come soprannome, ma tu per noi rimani sempre Luigidiziobenito

  6. Non so chi sia Luigi u Frangias, o comunque ho un collega di studi che si chiama Luigi e che aime’ lavora a Macerata…… L’odore di frittl lo sentirà sin li’!!
    Sono passato a salutare i nonni e già alle sette e mezo (a.m.) erano all’opera con Tavoliere, farina …… per il rito delle frittelle ….come ho scritto già di due tipi cioè: 1) rigorosamente vuote ppure 2) piene con Tonno e pomodorino e capperi, o con la ricotta squanta o con le acciughe o come le fa mia suocera con le sponse di cipolla (micidiali quest’ultime un vero mattone di bonta’)……Se poi avanzano 2 o 3 (vuote ovviamente) il giorno dopo mia madre le riscaldava e ci metteva sopra lo zucchero a velo (meglio dei mitici Krapfen di Mose’)!!!!!!
    E le cartellate…. e i panzerotti ripieni di marmellata… e i mustazzul’?????
    Io già domenica ho fatto il primo INCONTRO RAVVICINATO DEL 3° TIPO con le cartellate!!!!!!!!!! Domenica scorsa abbiamo fatto “assaprare” a mio cognato sia le frittelle ripieneche è toscanaccio… cudd ste ancor pnze’ alle FRITTELLE e che le cartellate, cudd’ già si è prenotato e vuole ritornare a Barletta per Natale per trovare mia sorella (secondo me torna per le nostre belle Tavolate) alt ca’ chiecchir’!! scusate se ho divagato
    Un caloroso saluto a tutti i frastieri…… Graziano

  7. il soprannome è merito di papagnol… io al max mi firmo ZiCanonico..in onore di qualcuno a noi particolarmente caro 😉

    Voi frecatevele le frittelle… io intanto ho provato ad impastare.. e non penso di aver mai maneggiato in vita mia una cosa cosi appiccicosa e gommosa (ho fatto i piatti ed ho ancora residui attaccati ovunque… vai di doccia con l’acido muriatico).

    come diceva qualcuno..

    c se c va assi da satt!!!!

    se nn muoio intossicato ci vediamo a natale.. per frittile D.O.C.G.

    Grazie papagnol per la possibilità della reunion familiare

    baci a tutti

  8. vi aspetto poi tutti qui… per sapere chi è quello che si è mangiato (domani) l’ultima frittella…… fredda… tosta…. e inghiummata….

    ps. mia madre ne fa ancora qualcuna con il pomodorino e l’acciuga (che mangia solo mio padre) e come segno distintivo fà tanti piccoli tagliettini sul bordo… come se l’odore dell’acciuga non si sentisse…

  9. Ora è davvero Immacolata!!!

    le mie prime, informi e vuote, frittile sono state “sfornate”!!

    non sono nemmeno paragonabili a quelle di mia madre o di mia zia, ma sono un simbolo e come tale vanno considerate
    e poi, da buone frittile, abbottano la panza che non si capisce 😉

    qui sulla riviera di ponente è spuntato anche un timdo sole, le nuvole si stanno squarciando ed il cielo sta assumendo
    quel colore azzurro che sono certo ha oggi il cielo di CASA MIA.

    Almeno col pensiero oggi sono a Barletta… peccato solo che non ci sia l’espressino freddo del bar Lara a chiudere degnamente il pranzo ,-)

    a presto ed un saluto agli altri frastieri, in particolare quelli che non sono potuti tornare!!!

  10. se esiste qualche cosa che lega tutti i barlettani sand i fritt’l… sono buone assai ma quando le fai affitisci tutta la casa… purtroppo luigi u francias non le puo mangiare… ma luì:statti tranquillo,farò io per te!! magari un giorno che sali dalla nonna, te ne faremo trovare un poco:)! non ti preoccupare lui,non voglio farti la gola,ma voglio partecipare a questa campagna affinchè col pensiero,tu possa raggiungere e salire nelle nostre case e “mangiare” i fritt’l… mbe,quello che dovevo fare l’ho fatto,non ti preoccupare luì,ci sono cose + importanti nella vita,intanto noi oggi ci frechiamo le frittelle:P…
    eppure,tra qualche giorno sarai tu a fare il cornuto con noi perche la nostra panza sarà bella grossa e tu ci sfotterai assai…
    a proposito di panza mi è subito venuta in mente quella di un mio gendilissimo parende,lo spettab.le sig.re avvoc.luigi doronzo…per fortuna che mo sta in forma :)…
    mbe,ie v salout,statv bun,v vuggh bn assè!!
    ps c’iè bell ch’è turnt pnarill!!!non avesse senso la mia vita senza codesta persona :P!!!
    ciao luì!

  11. FATTO!
    anche a Milano è stata vigilia…
    Le frittile sono riuscite….. a casa mia non si può stare tanta è la puzza dell’olio fritto……

    Era la mia prima volta, devo dire che il risultato è stato davvero sorprendente…… ma ci avevo messo così tanto amore nell’impastare che lo sapevo già….. mò so fare pure QUESTO

    E ora “scendo” che vado a vedere se abbuscko le cimedirape..

  12. Ve le siete frecate le frittelle alla faccia mia? …che a mia madre quest’anno non le ingozzava a farle. Mi ha promesso che domani me le fa e voglio proprio vedere. Io le voglio con da dentro “cint gram d’ricot” alla faccia della nonna. Ciao Lullo, che bello stare tutti insieme su papagnol. E’ arrivata Pinarella a frecarsi i fritl? Il 21 arrivo …nonna prepara il timballo e cotolette come fai tu. Baci a tutti dal Maiaolone vostro

  13. Giorgio…anche tu unito a questa fantastica “comunità”,o per meglio intenderci “campagna”?? bene…:) adesso sì che siamo al completo…siamo tante razze unite da 1 sola persona:marchengl che spesso compare nei nostri interventi,vero giò??!!del resto non può che esserla,visto che è famosa in tutto il mondo per la sua “gastronomia raffinata”(proprio le parole che usa la nonna):)!!!
    giorgio ti saluto,baci… ti aspettiamo….CON 1000 REGALI…:)—->i regali x te sono tutti comprati dalla famiglia dascanio!! :=):=)
    ps non dimenticare di essere il + maialone dei maialoni!!!!!!!!!!:)

  14. uè cuggè!!! c piaciar ch’è pruvat a mangiè i frittl…. c peccat ca non g stiv pur tou!!! mò stoc a screiv e m stoc a mangiè na frittl inghiummat cu prvlon…. mo ca vin a natal t’è abbrazzè e ma stè n’alta serat insim….ci ma fè nuv nuv, accom all’ata volt!!!! nu vas ‘n brand…. e nun ti si preoccupenn cà dò t pensam assè!!!

  15. BEH! che è questo uso privato di BLOG pubblici??? avete finito di dirvi tutti i fatti vostri?? mbà! (espressione atta a rafforzare il concetto appena espresso)…

    Adesso come minimo vi dovete presentare a uno a uno che qua vi dobbiamo conoscere… eccheccosa… neanche a dire ciucciobestia…
    Buona settimana
    PapagnolCarrambachesopresa

  16. Ciao Papagnol, tin’arraggion! abbiamo usato sto capolavoro di sito per dialogare tra noi senza neanche dirti “greiz”. Ma la tua campagna a favore di nostro cugino Luigi, che da oggi a vita sarà “u frangias”, è stata troppo bella. Guarda che se ci dobbiamo presentare tutti devi comprare un “server” dedicato: sim’assè, ma veramnt. Comunque a natale se ci vieni a trovare sopra a nonna stiamo tutti. Via D’aragona 10, sopra a Vitrani il gioielliere (quello sempre alliccato) …non devi avvisare, citofona e sali, sta sempre pronto. Mariengil (a patroun) è un mito e non puoi non fare la conoscenza sua e di tutta la razza nostra …a natale allora!

    PS: se quando vieni vuoi i fritt’l però devi avvisare perchè nel “pozzetto” stanno stupate ma sono nominative per i frastir che non le hanno mangiate alla macolata

  17. ciao Valeria, io venirei sicuramente se non sarebbe che auanno le feste di Natale le passeressi a Mila… vedi non ce la faccio neanche a dirlo……. per dei motivi che nei prossimi giorni saranno chiari a tutti (e che non dipendono da me, ma da LUI)…

    comunque, about frittelle, le mie (era la prima volta) sono venite benissimo (come direbbero a Barletta: “Mè accòm a cuss’ènn”, se non fosse che tutte le volte si dice così), c’è solo un piccolo effetto collaterale….
    A casa mia si sente ancora la puzza dell’olio (e mica a Milano teniamo, cucinino, tinello, sala da pranzo e salone…. sta tutto là!) e soprattuto stamattina ho scoperto dai miei colleghi che puzza ancora il giubbotto.. (che l’attaccapanni sta sempre in quella stessa stanza…)!!!!

    Citemmùrt ‘è frìtt’l!!

  18. ue’ papagnol chian chian c’mghierm che jei sa gelòus …che anche se sono di Bergamo sa pasc d nù sicilian. Comunque peccato che non vieni a natale a casa di mia suocera non sai che ti perdi: frittelle, le cartellate fatte a rosette piccoline da mio cognato Pino (che due cose sa fare: sbucciare i mandarini e fare le cartellate gentili …quelle venture perfette sono solo le sue) gli spaghetti con le cicale pulite a una a una da mia cognata Tina, i torroncini di mia cognata Diana, la pasta (che deve stare ancora nel negozio quanto è tosta) con le cime di mia cognata Iginia ecc. ecc. …sint a ma viin ka ti conviene …e se te lo dice un bergamasco mettici la firma …che io quasi quasi a mia moglia la volevo lasciare ma poi come facevo senza tutte le cognate e quello che cucinano? mu vu diec tou ka je c’stoc angor a pnzè

  19. potapota che bergamasco DOC (a ci è ca vu frkè….)…
    la mia NON discesa per la prima volta nella storia ha una motivazione molto profonda ( e non dipende nemmeno dalla mia signora ca iè chiu barlttàn d tutt quend, essendo la figlia delle luminarie defazio), che sarà svelata (spero) entro una decina di giorni (è inutile rovinare la sorpresa a chi non lo sa ancora)

    E comunque, Guido e Valeria (citazione doc: LEI, virgola, HA frkè a mmà?) non siete soli lassù nella bergamasca.. proprio da voi risiede uno dei MASTI papagnoli di questo sito, il grande mba FRANCESCO che gli amanti di questo blog e del sito conoscono per lo splendore delle sue parole…
    V convìn a canàsc’l!
    Ha capèit agli orobici…….

  20. a questo punto poi mi pare obbligatorio a brevissimo dedicare un POST a ZiCanonico THE ORIGINAL… dopo aver letto del tipo caduto dal loggione Tutti noi abbiamo bisogno di conoscerlo meglio…
    mbè, mo accocchiate un pò di fatti e speditemi una mail….

    ZiCanonico potrebbe avere un posto tra i MITI (che a oggi sono ENzoDelvy e Guido e che a breve saranno affiancati da ZIODante)

  21. caro papagnol…. ZiCanonico è un barlettano “origgginale”…..un vero mito! ne ha fatte assai…. il fatto dei loggioni è vero…. accadeva nel mitico cinema dilillo…. ma lui è famoso per tante altre cose….sai che ha fatto anche un miracolo??? sì…lui studiava per diventare prete (studiava) …. all’epoca nelle case si usava conservare l’olio ind a rasòl, abbesc ai suttan o sop ai terrezzz…. ZiCanonc chiedeva soldi ai genitori…ma loro glieli negavano sempre…. allora ZiCanonc, per ribellarsi, diceva: “vàd a Crist!!!! tutt l’ugghi (olio) ca ste sòp và divntè iecqu” e nel frattempo attingeva olio da ind a rasol per poi venderlo e fare soldi e versava acqua in modo tale che nessuno si accorgesse ca stav a svacandè a rasòl (il livello era lo stesso, l’acqua in profondità l’olio galleggiava) …insomma dopo svariate vendite di olio, qualcuno ne andò a prendere un pò…..ma era finito….c’era solo acqua….e dal quel giorno divenne famoso per il suo miracolo….”ZìCanonc è fett u mirecl! Zìcanonc è fett u mirecl!!… l’ugghie è divntat veramment iecq… u madònn cudd crnout è fett u mrecl!!!!!”

  22. dalla nipote grande di zi’ canonico, cugina du’ francias e sor d luigi….andando al bar con tutti i figli (zi canonico) li invitava a consumare con grande stupore di questi, poi alla cassa diceva:”caffè” la commessa dopo aver contato le persone risentita diceva “ma signore sono 7” mbè signoren c’avava deic “c a f f ì”

  23. altra di zi’ canon’c….treno per bari che prendeva ogni due giorni per andare a ritirare le pellicole da proiettare al dilillo..naturalmente non faceva mai il biglietto…….arriva il controllore :”biglietti” -“capo nou trov” “bene contravvenzione” ” nee c’ t n frac a ta c ie u tou u’ tran”

  24. Giusto per ribadire la mia appartenenza alla stirpe zicanonico…
    avete dimenticato quando, sempre per non pagare il biglietto del treno, se ne portava tantissimi scaduti. all’arrivo del controllore faceva finta di cercare quello giusto. il controllore, stanco dell’attesa, lo esortava a pescare il biglietto da dendro al mazzo. e lui, buttando i biglietti per aria, gridava E CAPATILLLLLLLL!!!!

    Ou rggì, ma PJ ciè dceis???Si fa aspettare…..

    un abbraccio

  25. Giorgio D.M.T. ce lo vuoi dire a tutte queste zie che azzo è importantissimo?????? …che io devo lavorare e non posso andare ogni 5 minuti a vedere se hai risposto.
    Muvt, che la curiosità qui è assai.
    A proposito di curiosità ma tu sei il figlio di Gi.. e Ma…… ????
    tua nonna è Giul…. e tua zia si chiama Nuccia (razza paterna)?????
    nonno fr… e nonna mar… zio en.., zio fel…, zio fab…, zio pa…. (razza materna)????

    PS: i puntini stanno per il rispetto della legge 675 sulla privacy

  26. QUELLO di cui parla Giorgio è sulla mia HOME PAGE (www.papagnol.com )

    Quest’anno purtroppopurtroppopurtroppo non vengo a Barletta per le feste di NATALE.. ho una cosina abbastanza importante da fare qui a MILANO…
    lo saprete tutti al momento giusto…
    A tutti quelli della razza di LUIGI u frangiàs, iscrivetevi alla nostra mailing list, così vi avvisiamo sempre delle nostre cosebbelle
    stetv bùn

  27. mo non per sviare il discorso, comunque, ma io rilancio due idee che peroro da tempo:

    1) le magliette.. di chi vuol essere barlettano
    2) la sezione ricette barlettane aggarbate..pensate alla parmigiana con il macinato di cavallo (che fa la mamma di un amico), oppure i panzerotti con la mostarda etc etc

    po faceit a capa vost

  28. Si, hai ragione sono quella gabriella…
    ti ricordi i FALCHI…
    ma non mi dite niente di raffaella… che era sempre commossa fino alle ossa…
    Luì, fai una cosa: il prossimo anno cerca di stare a barletta e così ti puoi mangiare tutte le frittele che vuoi!!!
    secondo me è interessante pensare ad un blog della famiglia

  29. GABRY, mandami una mail a papagnol@papagnol.com (così memorizzo il tuo indirizzo)
    Ho un sacco di fotografie vecchie che i ragazzi hanno digitalizzato per il ventennale dello scoutismo dell’anno scorso… allora si che ti faccio arrizzicare le carni
    Come puoi vedere dalla home page, stiamo creando con i ragazzi un sotto-sito sul gruppo scout di BARLETTA
    Io lo sto predisponendo (è il mio piccolo contributo, io continuo sempre a dare una mano anche a 900km di distanza), poi ci penseranno le squadriglie che vogliono prendere la specialità di giornalismo a gestirlo (come cambiano i tempi hai visto….)

    Ciao bellabella… a presto
    Ruggiero

  30. Papagnolo perdonami il ritardo con cui ti porgo i miei più sentiti auguri per la nascita di un altro piccolo barlettano(meng è nat e gia iè frastir).. ma sai com’è tra un mediatore ed un ciuccio il pc è passato un po in secondo piano..

    un abbraccio a mammè, papè e criatour!!!!

Lascia un commento